Plantari Ortopedici: perché usarli ?

Plantari Ortopedici: perché usarli ?

Solitamente si utilizzano Plantari Ortopedici perché sono sopravvenuti problemi ai piedi o nella camminata.

A volte questi problemi ai piedi sono talmente importanti da richiedere una visita dal proprio medico o dallo specialista in Ortopedia per una diagnosi.

I Plantari Ortopedici aiutano a risolvere i problemi della deambulazione ed a volte fanno persino scomparire totalmente i sintomi. Permettono ai piedi di caricare correttamente il peso su di essi, sia mentre si sta fermi che mentre si cammina.
Per questo si ottengono i benefici che abbiamo descritto.

Non ci sono controindicazioni di alcun genere per l’uso di ortesi plantari.
Si migliora sempre, anche in casi dove non sarebbe sembrato possibile avere miglioramenti o dove si pensava di non aver bisogno di ortesi plantari.

Questo articolo è stato redatto dal Tecnico Ortopedico Renato dott. Castelletti avente titolo di diploma specifico (ora laurea breve) che aldilà del titolo, ha raggiunto il ragguardevole numero di casi trattati che supera i 22.000 in 30 anni di carriera. Il contenuto di questo blog è permeato da tutta l’esperienza sul campo di questi numerosi casi.

Perché   Plantari Ortopedici su Misura  piuttosto che quelli già fatti?

Come in tutte le situazioni ci sono vari livelli di intervento per affrontare il problema che si presenta.  Se si desidera risolverlo completamente, l’approccio deve essere totale.

Un’indagine approfondita (nel nostro caso la Baropodometria (BPM) o Analisi Computerizzata del Passo – ACP) ci permette di tenere in considerazione tutte le varianti da affrontare e da risolvere nel problema che si presenta ai piedi del paziente, sia ad uno che ad entrambi.

Sfruttare tutte le potenzialità dei dati raccolti in questa indagine completa, comporta certamente un costo più elevato, ma anche un risultato più garantibile. Vediamo il perché.

 

Plantari Ortopedici: perché usarli ?

 

La Baro-Podo-Metria (BPM) fornisce dati di pressione in zone determinate del piede.
Questo è il vantaggio.
Sappiamo esattamente dove intervenire in presenza di un problema di sovraccarico, grazie ai dati forniti dal computer durante l’analisi.

Ma non solo.

 

         

 

Perché spendere soldi per un’analisi ACP del passo?

L’Analisi Computerizzata del Passo (ACP) fornisce tutte le linee di funzionamento di come i piedi lavorano mentre camminate, oltre ad una lunga serie di altri dati.
L’abilità dell’operatore che analizza queste linee e queste aree di pressione spesso errate, permette di applicare adeguati sostegni ai plantari che evitino o contengano le anomalie funzionali dei vostri piedi mentre camminate e li corregge.

Uno dei fattori chiave per avere ortesi funzionali è avere il materiale adatto per ogni caso: morbido, semirigido o rigido, abbinato con più materiali diversi.
I nostri tecnici hanno a disposizione 15 materiali di vario tipo, da abbinare tra loro, per avere il trattamento necessario alla risoluzione dei problemi dei vostri piedi.

A volte è necessario sostenere con un materiale rigido, ma a contatto del piede va messo un materiale morbido. Le nostre combinazioni prevedono tutte le possibilità di abbinamento.

Si capisce facilmente perché sia meglio fare plantari seguendo questi criteri, piuttosto che porre dei limiti economici per non spendere (o spendere meno) con il rischio di usare poi ortesi plantari non atte allo scopo per cui si deve risolvere il proprio problema, sprecando così i soldi spesi, anche se in misura minore rispetto ad una eventuale spesa “completa”.

Risparmiare a tutti i costi?

Se proprio si vuole ridurre la spesa per farsi confezionare plantari ortopedici su misura è possibile rinunciare a qualcosa. Più si rinuncia, meno si spende.

In gergo viene chiamata “analisi muta”. In questo caso il tecnico operatore esegue l’analisi di grado necessario ma senza spiegare nulla al paziente, che non saprà come funzionano i suoi piedi mentre cammina. Il risparmio consiste in questa rinuncia a sapere.
I dati raccolti non vengono divulgati ma tenuti per noi.
Verranno usati comunque dai tecnici per realizzare le ortesi plantari con gli stessi criteri descritti sopra, affinchè il risultato sia ottimo.  La differenza è che il cliente/paziente non verrà a conoscenza dell’esito dell’analisi.

Il risparmio è consistente, nell’ordine del 30%. I Plantari su Misura vengono comunque costruiti con un valido supporto strumentale computerizzato e non diagnostico.
Solo che l’esito dell’analisi non viene comunicato.

Limiti e Difetti dei  Plantari  Ortopedici  già costruiti o già pronti all’uso.

Si può ridurre ulteriormente la spesa da affrontare per i Plantari su Misura ricorrendo all’acquisto di plantari già confezionati.
In questo caso si può scegliere tra alcuni tipi proposti nel nostro sito, i quali hanno certamente dei limiti funzionali rispetto a quelli su misura.

Ad esempio: il prodotto Plantari Flexline , così come quelli in gel Dual Density o Gel Air, sono morbidi ed ammortizzano solamente gli impatti del piede al suolo.
Qualora il paziente soffra di sindrome pronatoria non sono indicati.
Si risparmia certamente, ma non si ottiene il risultato necessario al proprio caso.

Solo con i risultati dell’Analisi Computerizzata del Passo (ACP) si possono discriminare queste due situazioni e capire cosa fare. Con questa sindrome (in questo caso è necessario fare per forza l’Analisi Computerizzata del Passo (ACP) per scoprirla) non si usano plantari morbidi che non sostengono dove necessario.
Se non si sa, si acquistano plantari inadeguati al proprio problema.

Il secondo esempio riguarda i plantari in fibra di carbonio ad alta resistenza atti a sostenere la volta plantare mediale. Sono rigidi ed elastici ma non morbidi.
Se si scelgono per combattere le ipercheratosi o callosità si fallisce nel trattamento.
Anche in questo caso è il risultato dell’Analisi Computerizzata del Passo (ACP) che ci fornisce dati della posizione e pressione dei punti critici da assistere.

 

-10%
-14%
-14%
46,50 39,90
-10%

 

Ovviamente i nostri tecnici possono consigliare gli uni rispetto agli altri, semplicemente con una consulenza personale verbale presso la nostra sede. Si capisce però che in questi casi esiste un’approssimazione tale che l’esito desiderato può esserci in misura più o meno soddisfacente, ma non garantibile. Senza l’analisi strumentale non si può sapere nulla di tutto questo.

Dove ci si può rivolgere per i Plantari Ortopedici?

Solo ed esclusivamente a laboratori/negozi di Ortopedia che abbiano tecnici ortopedici laureati in questa specialità. Non certo in negozi di articoli sportivi o di calzature!

Solo questi punti laboratorio e vendita possono darvi l’affidabilità necessaria a risolvere il vostro problema.

 

Ortopedia Ospedale

ORTOPEDIA OSPEDALE
Piazzale Spedali Civili 31 – Brescia
Tel. 030 37 00 713 – info@ortopediaospedale.it

 

Sia che scegliate la soluzione su misura che quella di plantari già confezionati, sarete consigliati per il meglio.

Affidatevi al nostro negozio on-line di articoli ortopedici: trovate tanti prodotti delle migliori marche, inclusa una sezione dedicata alle ortesi del piede!